Barabàn
Musica popolare del nord Italia

Storico gruppo musicale della scena folk italiana, Barabàn persegue l'obiettivo di restituire voce e spessore alla musica di tradizione orale dell’Italia settentrionale. Fondato a Milano nel 1982, l’ensemble mescola melodie, ritmi e sonorità dell’Italia settentrionale, strumenti popolari e contemporanei, polifonie della pianura Padana, liriche contemporanee, canti arcaici dell’Appennino, musiche swing e dal sapore yiddish. Accurati ricercatori e appassionati raccoglitori, i musicisti di Barabàn hanno sviluppato un’originale sintesi musicale tra modelli della tradizione e sensibilità contemporanea. Continua è la ricerca di un equilibrio tra la memoria e i linguaggi e le tematiche del presente. All'attivo un’intensa attività concertistica (più di mille spettacoli in tutta Europa e in America), sei album, un DVD e numerose partecipazioni a compilation. Dettagli e scheda tecnica-->





Vincenzo Caglioti
Organetto diatonico

Vincenzo CagliotiConcertista e didatta tra i più affermati in Italia, Vincenzo Caglioti si è dapprima dedicato all’apprendimento dei diversi stili propri dei repertori tradizionali di vari Paesi europei. In seguito ha esplorato nuove tecniche, mutuate dalle prassi esecutive di strumenti più antichi (violino, ghironda, cornamuse) nell’esecuzione di repertori tradizionali, specializzandosi in particolare nella musica da danza. Dettagli e scheda tecnica-->












Musiche Selvagge
Voci, suoni e storie delle Terre Alte


Musiche selvagge è un cantiere di voci, suoni e memorie, un laboratorio sonoro che costituisce, nel nord Italia, uno dei più avanzati tentativi di promozione di una terra e del suo patrimonio musicale.

Dettagli e scheda tecnica-->











Compagnia Strumentale Tre Violini
Musica violinistica del nord Italia

La Compagnia Strumentale Tre Violini nasce nel 1987 ad opera di Bernardo Falconi, Giuliano Grasso e Giulio Venier, musicisti provenienti da città ed esperienze diverse, accomunati dall'interesse per la ricerca e la riproposta della tradizione violinistica popolare del nord Italia. L'analisi dei diversi stili regionali ha portato i tre musicisti a pubblicare nel 1988 il Manuale di violino popolare. Con l'innesto delle chitarre e del bassetto a tre corde, il gruppo ha ricostruito i moduli musicali dei gruppi d'archi popolari del nord Italia, lavoro sfociato nel 1990 nell'uscita della prima produzione discografica intitolata Matuzine, che ha vinto nel 1991 il Premio Folkitalia assegnato annualmente dalla critica specializzata. Il gruppo ha realizzato nel 1995 il secondo disco intitolato Il Ballo Dei Pazzi, interamente dedicato alla riproposizione di danze violinistiche italiane contenute in fonti a stampa e manoscritti dal XVI al XIX secolo. Dettagli e scheda tecnica-->

Compagnia Strumentale Tre Violini Carraig Dun