Compagnia Strumentale Tre Violini
Matuzine
(1990) ACB/CD03 (CD, MC, LP)

1) Suite: Matuzine/Vilota/Saltin 2) Ballo dal curioso accidente/La pollacina 3) Bal frances/Moleta 4) Spagnoletto/Bergamasco 5) Mazurca di Zavattarello/Valzer del mandriano 6) Pairis/La primavera 7) Resiane: Ta ucjarska/Ta mydwedava 8) Va per tera/Giga 9) Scotės 10) Sunade di Nearies/Polca dell'Acquacalda 11) Calisson/Contradanza

 

Musicisti

Bernardo Falconi: violino

Giuliano Grasso: violino, viola

Giulio Venier: violino, violino basso

Maurizio Viola: chitarre

Roberto Cistellini: liron, contrabbasso

 

Matuzine/Vilota/Saltin

Due esempi di Matuzinaa raccolti da Giuliano Grasso in val Vigezzo (NO) dal repertorio degli ultimi gruppi violinistici attivi localmente fino agli anni '60. Seguono due danze istriane dalla pubblicazione di R.Starec: "Il violino e il basso nella tradizione popolare istriana".

A set of tunes sampling the repertory of fiddle groups from both western and eastern Alps: two Matuzine from Val Vigezzo (No) start off this selection, next come two dances collected among the Italian communities in Istria (YU).

Ballo dal curioso accidente/La Pollacina

Musiche violinistiche trentine raccolte nel 1819 da emissari dell'impero austriaco incaricati di censire il folklore delle diverse provincie. Pubblicate in A.Carlini: "Una raccolta inedita di musiche popolari trentine".

In 1819, the region of Trento was a province of the Austrian Empire; both these fine melodies were collected with the help of the Austrian Goverment during a research into the imperial musical inheritance.

Bal frances/Moleta

Due balli dei carnevali di Bagolino e Ponte Caffaro (BS). L'inedita versione del Bal Frances č stata raccolta da B.Falconi e G.Salvini dall'esecuzione dei fratelli "Martė Ros". La versione del Moleta č quella attualmente in uso a Ponte Caffaro.

A couple of dances from the beautiful carnival of Bagolino and Ponte Caffaro (Bs), two little villages in the Lombard Alps where local fiddle bands have preserved since hundreds of years a very interesting repertory of ritual tunes.

Spagnoletto/Bergamasco

Danze della montagna bolognese che hanno mantenuto nel nome e nella melodia una forte identit con analoghi brani giā in uso nel XVI secolo. A tale contesto ci siamo rifatti sia per la struttura armonica dello Spagnoletto che per la tecnica delle variazioni caratteristica del Bergamasco.

These fiddle tunes have been widely spread in Italy since the Reinassance; orally transmitted, they are still played nowadays in the Emilian Apennine area retaining the primitive name and melody.

Mazurca di Zavattarello/Valzer del mandriano

La prima melodia, raccolta a Zavattarello (PV) da A.Citelli e G.Grasso, č un esempio del repertorio di liscio antico dei gruppi d'archi della collina pavese. La seconda, dal caratteristico schema AABAB, č tuttora eseguita a Collio (BS), dove un organico con violino, bassetto e triangolo era localmente in uso fino agli anni '20.

Two dances in the old mountain fiddle style of "ballo liscio", introduced in Italy from the beginning of the 19th century. They both come from the region of Lombardy: the first is from the Apennines, the second is from the Alps.

Pairis/Primavera

La Pairis č una danza bellunese tratta dalla pubblicazione "Strumenti e balli tradizionali del veneto" a cura di M.Dalla Valle/G.Pinna/R.Tombesi. La Primavera č una monferrina dell'appennino reggiano-parmense tratta dalla pubblicazione di G.Micheli: "Le valli dei cavalieri"

The Pairis is a couple dance from the Belluno province; we found the Primavera in a book published in 1915 containing short notices about some 19th century fiddlers living in the Emilian Apennine.

Resiane: Ta Ucjarska/Ta mydvedawa

Due fra le pių belle melodie del repertorio di Giovanni Di Lenardo "Giuankala", fra i pių amati violinisti di Resia, interessante minoranza etnico-linguistica del Friuli orientale. Ta Ucjarska prende il nome dal villaggio di Uccea mentre Ta mydvedawa significa "Il ballo dell'orso".

The Resian community, living in the north-east of Friuli, retains an ancient musical tradition based on the ossessive sound of archaic fiddle and cello. We learned both these tunes from the playng of the late "Giuankala": the first is named after the village of Uccea, the second is "the bear dance".

Va per tera/Giga

Altre due melodie violinistiche della montagna emiliana. La prima č tratta dalla pubblicazione di G.Ungarelli: "Le vecchie danze italiane ancora in uso nell'appennino bolognese"; la seconda viene dal repertorio di Melchiade Benni, ultraottantenne violinista di Monghidoro (BO).

Va per tera was collected at the end of the last century in the mountains south of Bologna; we learned the Giga from the playng of Mr. Melchiade Benni, an 88 years old fiddler still active in the same area, to whom we owe a great amount of our repertory.

Scotės

Ballo di coppia che trova analogie in una forma di danza ottocentesca (la Scottish) diffusa in tutta l'europa centro-settentrionale. Questa versione viene dal gruppo violinistico di Ponte Caffaro (BS).

This three part Scottish comes from the fiddle group of Ponte Caffaro, whose repertory also includes some fine dances not expecially played during the carnival ritual.

Sunade di Nearies/Polca dell'Acquacalda

Due polche della tradizione montanara, caratterizzate da frequenti modulazioni. La prima, friulana, č stata raccolta da G.Venier in Carnia, la seconda proviene ancora dallo straordinario repertorio di Melchiade Benni.

Two exciting polkas switching keys throughout. The first is from Carnia (Friuli); we learned the second once again from the playng of Mr. Benni who heard it first from a local fiddle band of the twenties.

Calisson/Contradanza

Due brani da un inedito manoscritto ottocentesco piemontese, di proprietā di B.Falconi, contenente un cospicuo repertorio di ballo (oltre duecento melodie annotate per due violini) a quel tempo in uso a Fossano (CN).

We got both these melodies from an unpublished manuscript written in Fossano (Piedmont) about the beginning of the last century, containing over 200 dances arranged for two fiddles.

 

I brani eseguiti sono tutti pubblicati in: B.Falconi/G.Grasso/G.Venier, Manuale di violino popolare