Cantami, o müsa.
La cornamusa delle Quattro Province

Un libro esaustivo sulla müsa, la cornamusa delle Quattro Province, territorio dell’Italia del Nord dove le montagne dell’Appennino incontrano la Pianura Padana da un lato e il Mar Ligure dall’altro. Daniele Bicego ripercorre la storia di uno strumento scomparso negli anni Trenta-Quaranta del Novecento, racconta il lavoro di recupero e ricostruzione dello strumento e gli sforzi compiuti per recuperare le antiche sonorità della musica di tradizione di un corpus musicale fra i più interessanti del Nord Italia.… Read More Cantami, o müsa.La cornamusa delle Quattro Province

Su Blogfoolk Magazine uno speciale su Barabàn e Il violino di Auschwitz

Su Blogfoolk Magazine uno speciale dedicato a Barabàn e all’album Il violino di Auschwitz firmato dal Direttore Ciro De Rosa. https://www.blogfoolk.com/2024/02/baraban-il-violino-di-auschwitz-acb-2024.html?fbclid=IwAR3J4T0WLonPMvd-oiZH27AftD48AHBqd_qVUESmlB9iKr8wRT24NVHLpCI Barabàn – Il violino di Auschwitz (ACB, 2024) C’è di che rallegrarsi del ritorno discografico di una delle formazioni di punta nella ricerca e nella riproposta della musica tradizionale dell’Italia settentrionale che, attraversando l’arco… Read More Su Blogfoolk Magazine uno speciale su Barabàn e Il violino di Auschwitz

Franco Ghigini
ci ha lasciati

Franco Ghigini (1957), di Gardone Valtrompia (BS), ricercatore, musicista, pubblicista, tra i più colti, impegnati e raffinati etnografi italiani, è scomparso il 28 gennaio 2024 dopo una lunga malattia. Caro amico di Barabàn da quarant’anni, Franco si era laureato con lode in Etnomusicologia con Roberto Leydi presso il DAMS di Bologna e da oltre trent’anni… Read More Franco Ghiginici ha lasciati

Bozzetto

Elena Magi, tra il pubblico che ha partecipato alla presentazione dell’album di Barabàn Il violino di Auschwitz, tenutasi a Milano nella Sala della Canottieri Milano, domenica 21 gennaio 2024, ci invia uno schizzo dei musicisti fatto al volo durante l’evento. Un piccolo capolavoro che ci piace rendere pubblico. Grazie all’autrice.